Croce Rossa Mascalucia

Progetto “Digital Unify”

Splendido sodalizio tra Croce Rossa Italiana Comitato di Mascalucia e ST Foundation sul progetto di alfabetizzazione informatica.Con grande orgoglio nella giornata di ieri è stato infatti allestito il nuovo laboratorio di informatica che ci permetterà di ospitare persone bisognose dei requisiti minimi e di base per poter lavorare con un PC.Dopo una sessione di training alcuni dei nostri volontari sono stati formati affinchè possano fornire con cura e metodo, nozioni di:

  • informatica di base
  • programmi di Office
  • navigazione su Internet sicura
  • uso e conoscenza del computer comprese nozioni di tutte le sue pricipali parti e periferiche

Questa nuova partnership stipulata tramite l’ “Associazione Bridge the Digital Divide Italia” ha lo scopo di lavorare congiuntamente per raggiungere il comune obiettivo di diffondere la formazione informatica in maniera efficiente ed efficace.L’ Associazione Bridge the Digital Divide Italia è un’organizzazione no-profit che si occupa di iniziative umanitarie il cui scopo include, tra gli altri, l’impegno a promuovere lo studio, la conoscenza e l’uso della microelettronica e dell’alta tecnologia a scopo didattico e sostenere le attività della STMicroelectronics Foundation e specificatamente lo sviluppo ed il coordinamento di progetti che sposano l’utilizzo di alte tecnologie con la promozione del progresso e dello sviluppo sostenibile delle comunità meno abbienti e in particolare la lotta al divario digitale. All’interno di questa cornice, dedica particolare attenzione ad attività che si propongono di ridurre il divario digitale e diffonde un progetto specifico, il Digital Unify, attivo in tutto il mondo e anche in Italia con lo scopo di fornire le competenze di base attraverso una formazione per l’avviamento all’uso del computer sia ad un livello strumentale che concettuale. Il Comitato di Croce Rossa di Mascalucia si propone di contribuire all’accoglienza, assistenza, recupero, promozione e integrazione di tutte quelle persone moralmente e fisicamente bisognose. Particolare attenzione è rivolta ai nuclei familiari in difficoltà, alle donne vittime di maltrattamenti, ai portatori di handicap, agli immigrati; tutto a titolo assolutissimamente gratuito.Il Corso di Informatica di Base (ICB), nel quadro del programma Digital Unify, copre la funzioni di base del pacchetto Office e dell’utilizzo di Internet, ed è aperto agli studenti e alla comunità circostante.
Ogni corso, della durata di 20 ore complessive, sarà basato sul corso ICB e organizzato per un numero massimo di 20 partecipanti per classe. L’età minima consigliata per i partecipanti è di 14 anni.

Accompagnamento Balneare degli anziani del Centro Diurno di Mascalucia – 2021

Anche quest’anno il nostro Comitato di Croce Rossa riprende le attività di Accompagnamento Balneare degli anziani del Centro Diurno di Mascalucia, uno dei nostri cavalli di battaglia nell’area delle attività sociali che, purtroppo, ha vissuto uno stop lo scorso anno legato alla pandemia.

L’accompagnamento balneare degli anziani è un servizio di supporto sociale finalizzato alla prevenzione e alla tutela della salute dei nostri assistiti, nonché al superamento di tutte quelle piccole difficoltà fisiche che possono insorgere in età avanzata, impedendo loro di trascorrere delle piacevoli giornate al mare in serenità; per questo il supporto dei volontari è essenziale ed ha permesso, negli anni, di strutturare e rafforzare non solo l’attività in sé ma anche e soprattutto delle splendide amicizie intergenerazionali.

MEDIASET E GERRY SCOTTI PER UNA NUOVA ALLEANZA TRA GIOVANI E ANZIANI

Uno spot diffonde fino a settembre il numero verde speciale della Croce Rossa Italiana per chiedere aiuto e diventare volontari.

Mediafriends con Croce Rossa Italiana promuove anche quest’estate un’importante iniziativa pensata per gli anziani e per i giovani, le generazioni più colpite dalla pandemia.

Dal 15 luglio sulle Reti Mediaset andrà in onda uno spot promosso e realizzato da Mediafriends, con l’inconfondibile voce di Gerry Scotti, per il lancio del numero verde 800-065510 della Croce Rossa Italiana, attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette, che consente alle persone anziane e fragili di chiedere aiuto nel periodo estivo e ai giovani di poter diventare volontari CRI.

Il progetto si pone l’obiettivo di dare agli anziani (già provati dai lunghi mesi di lockdown causati dalla pandemia) un sostegno psicologico e pratico per affrontare i mesi estivi, notoriamente i più complicati per chi vive spesso solo o in ambiti nei quali i servizi sono ridotti per la pausa estiva e, dall’altro, permettere ai ragazzi di rendersi utili aiutando con una parola di conforto, o rispondendo alle necessità di chi ne ha più bisogno.

L’incontro con Croce Rossa e la sua capillare struttura organizzativa, la possibilità di veicolare sulle Reti Mediaset una campagna di comunicazione sociale affidata ancora una volta alla voce di Gerry Scotti, permetterà, per tutta l’estate di far conoscere questo prezioso  servizio.

15 GIUGNO ANNIVERSARIO NASCITA CROCE ROSSA ITALIANA

ROCCA: “LA PANDEMIA È STATA UN TEST IMPORTANTE CHE HA RIVELATO LA FORZA, LA PREPARAZIONE E LA CAPACITÀ DI RISPOSTA DEI NOSTRI 150.000 VOLONTARI”

“157 anni portati bene”: con questo ‘concept’ il prossimo 15 giugno la Croce Rossa Italiana festeggia il suo ‘compleanno’, ossia l’anniversario della data della sua fondazione a Milano, il 15 giugno 1864 come “Comitato Milanese dell’Associazione Italiana per il soccorso dei feriti e malati di guerra”. Oltre un secolo e mezzo di attività umanitaria nel segno di 7 Principi più vivi che mai, 157 anni di “Un’Italia che aiuta”.

Sin dalla sua nascita, la Croce Rossa è stata in prima linea in qualunque crisi, calamità, emergenza. Ovunque ci fosse la necessità di sostenere e sollevare qualcuno dalla sofferenza la CRI era presente. In ogni momento storico, questo agire ha cementificato e contribuito a diffondere quella rivoluzione culturale che Henry Dunant, padre fondatore del Movimento della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, compì alla fine del XIX secolo e che gettò il seme di quello che oggi è considerato l’umanitarismo moderno.

La Croce Rossa Italiana quest’anno ha deciso di lanciare una campagna social che racconta la continuità con il suo passato e l’attualità dei suoi valori, proponendo un raffronto diretto tra le attività ai suoi albori e quelle di oggi. Il concept sarà declinato attraverso il rilancio della challenge virale sui social “how it started/how is going” – “come è partita – come sta andando”, in cui gli utenti condivideranno le foto prima e dopo aver ottenuto un successo. Nel caso della CRI, verrà mostrata la crescita e la forza dell’Associazione, oggi più che mai attore fondamentale del Paese, attraverso il confronto tra foto di archivio e contemporanee. Il compleanno della CRI sarà poi l’occasione per lanciare un nuovo asset grafico: la tavola che il Maestro Milo Manara ha realizzato per la settimana della Croce Rossa e che raffigura una giovane volontaria: un simbolo della stessa Associazione, fresca e al passo con i tempi nonostante i suoi 157 anni, non a caso portati bene.

Il 15 giugno 2021, alle ore 15:00, si svolgerà online la cerimonia di premiazione degli alunni vincitori nell’edizione  2021 dei concorsi “Change Yourself, Click and Act!” e “Il Velo d’Italia”, promossi dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale dello studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico e dalla Croce Rossa Italiana, rispettivamente sui temi della tutela ambientale e delle discriminazioni sociali legate ai fenomeni migratori.

“Gli insegnamenti del passato li abbiamo messi in pratica – sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana – in questi difficilissimi mesi: la pandemia è stato un test cruciale per la nostra Associazione che ha rivelato la forza, la preparazione e la capacità di risposta dei nostri 150.000 volontari. Siamo da 157 anni vicino alle nostre comunità affrontando, da allora, ogni fragilità umana grazie a una costante formazione e preparazione. Ma la sfida di questi tempi ha richiesto uno sforzo ulteriore: abbiamo letteralmente dovuto gettare il cuore oltre l’ostacolo, superando incertezze e paure, per rispondere sin dai primi momenti a una pandemia che ha toccato il mondo intero. E i numeri parlano da soli: da marzo 2020 abbiamo trasportato circa 300.000 malati, molti dei quali nelle ambulanze in biocontenimento, sostenuto i pazienti nelle strutture sanitarie, bussato alle porte di chi era solo, fornito a quasi un milione e mezzo di persone aiuti concreti a causa delle conseguenze economiche della pandemia, fatto in modo che nessuno fosse abbandonato alle proprie paure grazie ai nostri operatori del numero verde e ai nostri psicologiche hanno risposto a 25.000 chiamate. Inoltre, sono state circa 14.000 le persone migranti assistite sulle nostre navi quarantena, quasi 13.000 i destinatari di kit igienico-sanitari tra le persone senza dimora, più di 6000 le persone che hanno usufruito del progetto di supporto psicosociale nelle zone del Sisma Centro Italia e oltre 40 i paesi in tutto il mondo nei quali è proseguita la nostra attività di cooperazione internazionale. Questa umanità in azione si è tradotta in un numero da capogiro: oltre 400.000 servizi effettuati dai nostri Comitati su tutto il territorio nazionale per più di 1 milione e mezzo di giorni di volontariato in un anno e mezzo. Ecco perché festeggiamo questo compleanno con l’orgoglio nel cuore”.

Parco Monte Ceraulo, Open Day 6 Giugno

Dopo la pulizia straordinaria coordinata da Plastic Free, svoltasi giorno 5 giugno in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, si è tenuto stamattina l’Open Day organizzato dalle 15 associazioni e comitati riuniti sotto la sigla “Gli Amici del Parco Monte Ceraulo”, un evento tanto atteso dagli abitanti di Mascalucia, dal momento che il parco è chiuso al pubblico dal lontano 2012, che ha visto un’ elevata affluenza di famiglie e gruppi di giovani.

Totalmente immersi nella natura e nel silenzio del bosco, i giovani della Croce Rossa Comitato di Mascalucia hanno esposto il progetto Nivea Sun, un’ iniziativa finalizzata ad educare e sensibilizzare le nuove generazioni a una corretta esposizione al sole.

Come sappiamo il sole ci dona luce, energia, calore ed è fonte di vita, ma l’esposizione va affrontata con cautela: noncuranza e superficialità possono determinare effetti nocivi sul nostro organismo sia a breve che a lungo termine. È utile conoscere pertanto alcune fondamentali nozioni per tutelare la nostra pelle. Proprio per questo motivo la Croce Rossa, da sempre impegnata nella promozione della salute e degli stili di vita sani, continua a sensibilizzare soprattutto i più giovani sull’importanza della prevenzione, distribuendo campionari solari, gadget informativi e consigli da seguire sotto il sole.

Dona la spesa 2021

Giorno 15 maggio ha preso vita l’iniziativa “Dona La Spesa” organizzata da Coop Alleanza 3.0. L’iniziativa è stata un grande successo!

Sono stati tantissimi i beni donati che verranno distribuiti direttamente da noi alle famiglie con difficoltà economiche causate della pandemia. Un grazie ENORME a tutti coloro che hanno contribuito con generosità, ai nostri volontari che partecipano sempre con tanto entusiasmo, e alla Coop Alleanza 3.0 sempre sensibile nei confronti dei più vulnerabili.

Giornata Internazionale della Croce Rossa 2021

La Giornata Internazionale di Croce Rossa, che ricorre l’8 maggio in occasione della nascita del suo fondatore, Henry Dunant, quest’anno celebra le attività dei volontari impegnati nella lotta alla pandemia senza fermarsi sugli altri fronti, da qui l’hashtag estremamente significativo #inarrestabili.

L’importanza di questa giornata negli anni è stata fondamentale per sensibilizzare le persone a quelli che sono i nostri 7 principi fondamentali riuscendo a raggiungere individui in ogni angolo nel mondo. Questa giornata coinvolge 98 milioni di volontari in tutto il mondo, di cui 150 mila solo in Italia, tutti dediti ad alleviere le sofferenze altrui. L’8 maggio, è infatti l’occasione perfetta per saldare quell’unità di intenti indispensabile per costruire la struttura della Croce Rossa futura.

Inarrestabili sono stati i volontari nel fornire supporto alla comunità, durante il particolare periodo vissuto da febbraio 2020, portando avanti attività di fondamentale interesse per la situazione pandemica, fornendo la possibilità di effettuare tamponi gratuiti su tutto il territorio nazionale e impegnandosi nella campagna vaccinale, continuando con la consegna dei pasti alimentari e buoni spesa, le donazioni di sangue, i servizi di sostegno in ambito ospedaliero, anche a distanza, arrivando come sempre “ovunque per chiunque”.

Nonostante l’impossibilità di festeggiare come nel passato, il coinvolgimento di tutti i volontari CRI si è manifestato anche tramite i canali social istituzionali, mostrando foto significative di questo periodo, sottolineando l’impegno, la dedizione, l’amore per il prossimo che sono sempre al centro di ogni intervento, incarnando dunque i Sette Principi, dimostrando cosa significa “essere volontari”.

Per evidenziare il ruolo ausiliario che la CRI ha avuto rispetto ai pubblici poteri, è stata esposta la bandiera dell’Associazione presso i seguenti comuni: Mascalucia, Camporotondo Etneo, Gravina di Catania, San Pietro Clarenza e Nicolosi.

Come ha sottolineato il Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale della Croce Rossa Francesco Rocca, Croce Rossa ha risposto come sempre dando sostegno diretto alle famiglie fortemente provate dalle conseguenze economiche e psicologiche di questa dura e inaspettata situazione, che si è tradotto in oltre un milione e mezzo di ore che sono state dedicate dai volontari di tutto il territorio nazionale dall’inizio della pandemia ad oggi, a supporto del sociale, della sanità, dell’emergenza e di tutte le aree di interesse della CRI. Nonostante la pandemia sia purtroppo ancora in corso  non possiamo certo festeggiare come di consueto, tutti insieme come nel passato, ma possiamo celebrare questa straordinaria risposta umana nella difficoltà perché da questo spirito scaturisce la ripartenza e la speranza di un nuovo inizio e di ritorno alla normalità.



Corso BLS di primo soccorso all’Handball Club di Mascalucia

Ancora un importante corso di primo soccorso da parte dei nostri volontari del Comitato stavolta a tutta la dirigenza dell’Handball Club di Mascalucia, tenuto durante la mattinata di sabato 20 marzo.

Il corso, della durata di qualche ora, prevedeva una parte sia teorica che pratica sulle manovre di primo soccorso e di rianimazione, svolte con l’uso dei nostri famosi manichini.

Sono state diverse le simulazioni di emergenza che si sono eseguite con l’impiego anche del defibrillatore. L’evento, che ha avuto luogo presso la nostra sede, si è concluso poi con il rilascio dei relativi attestati di BLS a tutti i partecipanti.

Due nuovi mezzi per il nostro comitato

Nei locali della Croce rossa, comitato di Mascalucia, sono stati inaugurati due nuovi mezzi che sono entrati a far parte del parco macchine: un Fiat Doblò, allestito con pedana elettrica per trasporto disabili, e una Renault Master, donata dal Comitato di Livorno.

Presenti al taglio del nastro il sindaco di Mascalucia, Enzo Magra, il collega di Camporotondo, Filippo Privitera, l’assessore del Comune di Nicolosi, Salvatore Mazzaglia, il comandante della Tenenza dei carabinieri di Mascalucia, Rosario Torrisi, il comandante della polizia locale, Nunzio Di Grazia, il parroco don Paolo Malatesta che ha benedetto i mezzi. E, ancora, Alessandra Bellavia, consigliere del direttivo regionale della Cri in rappresentanza del presidente regionale Luigi Corsaro e tutto il gruppo dei volontari che operano nel territorio.
«A causa delle norme anti Covid – ha evidenziato il presidente
Guglielmino – non è stato possibile organizzare un
grande evento coinvolgendo i soci e la comunità che, comunque,
hanno potuto seguire l’evento in diretta facebook».

Workshop online sulla sordità

La L.I.S., ovvero la lingua dei segni italiana, è il mezzo di comunicazione che usano abitualmente la persone sorde, sfruttando il canale visivo-gestuale. Viene considerata una lingua a tutti gli effetti in quanto possiede una grammatica e sintassi proprie. I segni usati dalle persone sorde, non sono semplicemente una sequenza di gesti illogici ma appartengono ad un registro linguistico vero e proprio, con delle regole precise, riconosciuto dal parlamento europeo nel 1988.
La L.I.S. è uno strumento per abbattere le barriere linguistiche e culturali presenti all’interno della società e delle quotidianità, ma ancora non è abbastanza conosciuta.

La Croce Rossa Italiana – Comitato di Mascalucia è da sempre attenta all’inclusione sociale e alla cultura della diversità, e proprio per questo giorno 20 Marzo ha organizzato il workshop sulla Lingua dei Segni Italiana e la cultura delle persone sorde, focalizzato sulle esigenze specifiche correlate alla disabilità uditiva.
Durante l’incontro i relatori Olga Distefano, Michele Nicosia e la dott.ssa Federica Distefano hanno spiegato le difficoltà e il sostegno di cui hanno bisogno le persone sorde.

Grande partecipazione da parte dei Volontari di tanti Comitati della Sicilia e questo fa ben sperare per una maggiore sensibilizzazione sulla tematica e sullo scambio di buone pratiche da adottare.